Conferenza stampa congiunta dei 4(-1) candidati presidente

Riportiamo una articolo che parla di noi su Prima Pagina Molise.

Regionali Molise 2011/Frattura, Federico e Mancini “chiamano” Iorio: dai Michè, rispondi alle nostre domande… poi il caffè te lo offriamo noi!.

La location è prevedibile: di fronte alla sede elettorale di Michele Iorio, il candidato (come loro) che rifiuta il confronto con i competitors (non come loro).

E’ qui, in casa del nemico, nella solita ingolfatissima di auto area pedonale di Piazza Prefettura, che Paolo di Laura Frattura, Giovancarmine Mancini e Antonio Federico scelgono di incontrare i cittadini e la stampa per “amplificare” quella che è una stortura, come sottolineano tutti.

“Ieri, nel corso della tribuna elettorale organizzata dalla Tgr Molise, che ringrazio ancora, abbiamo deciso di convocare la stampa e chiamare senza mezzi termini Iorio ad un confronto pubblico – spiega subito GIovancarmine Mancini, candidato presidente de La Destra -. Lo so, sto sfidando il rais del Molise ma credo che sia offensivo per tutti i molisani avere un candidato che rifiuta il confronto civile sui temi. Un atteggiamento antidemocratico, che evidenzia come Michele Iorio sia solo chiacchiere e spot. Chiedo alle televisioni regionali di non proporre interviste singole ai candidati perché non possiamo più stare a questo giochetto. Il rais del Molise teme il confronto e come Speedy Gonzales scappa a gambe levate”.

Antonio Federico, candidato del Movimento 5 Stelle, sottolinea l’utilità, per tutti, di interagire con il presidente uscente.

“Siamo cittadini come voi e vogliamo confrontarci sui risultati di dieci anni di governo Iorio: cosa è accaduto, cosa è cambiato, cosa è stato fatto e cosa si intende fare per i prossimi cinque anni – incalza Federico -. Un atteggiamento che denota la mancanza di rispetto per i cittadini che non sono solo “i suoi”, quelli che lo sostengono e che lo votano”.

Paolo di Laura Frattura si tiene buono per ultimo. E si capisce subito il perché. Il candidato del centrosinistra infatti simula un “botta e risposta” ( a senso unico però) con il presidente uscente Michele Iorio.

“Vorremmo porre delle domande al governatore del Molise, del resto siamo 3 semplici cittadini che hanno inteso prendere parte alla competizione elettorale, hanno scelto di portare all’attenzione il loro programma per cambiare il Molise.
Miché – dice voltandosi verso il suo interlocutore invisibile – come pensi di sconfiggere il clientelismo? Michè – continua girandosi sempre verso quello spazio vuoto – come pensi di ridurre i costi della politica se continui a mantenere questa pletora di enti inutili?
Miché, e con le auto blu che pensi di fare?… Nulla, Michele non risponde – dice ancora Frattura suscitando il sorriso dei passanti – ma del resto questo silenzio è in linea con i dieci anni di governo e con gli oltre 20 che lo hanno visto presente sulla scena politica regionale, da quando era esponente del centrosinistra al ribaltone che mise a segno per cominciare la sua fulgida carriera politica”.

“Dai Michè, dacci questa possibilità – dice ancora Frattura, parafrasando lo spot elettorale che si basa sulle mancate risposte del governatore – il caffè poi te lo paghiamo noi” conclude, facendo il gesto di prendere gli spiccioli dalla tasca del jeans.

da primapaginamolise.it

 Precedente

Prometti di non far promesse

 Successivo

Continua il tour del MoVimento 5 Stelle: tra le persone, con le persone