Meetup
TwitterRssFacebook
Pagine

Pubblicato da il 8 ott, 2011 in Comunicati, Sanità | 0 commenti

I ticket sanitari

Il cattivo governo del nostro Paese ed in particolare della nostra Regione ha portato l’amministrazione ad avere un grave deficit finanziario: lo Stato e la Regione, dopo aver causato il dissesto economico, hanno pensato bene di far pagare la loro inettitudine a noi cittadini, senza minimamente toccare i propri stipendi.

La segnalazione che come MoVimento 5 Stelle vogliamo portare all’attenzione della cittadinanza riguarda la sanità ed in particolare il pagamento del ticket sanitario reintrodotto per far fronte al dissesto sanitario che ha portato addirittura alla chiusura di centri ospedalieri come quello di Agnone.

Con la reintroduzione dei ticket sanitari, le Regioni hanno posto in essere nuove modalità di verifica delle esenzioni per reddito. Per quanto concerne l’esenzione relativa allo stato di disoccupazione, contraddistinta con codice E02, deve essere autocertificata annualmente dall’assistito pressola ASL di appartenenza, la quale provvederà a rilasciare all’utente un apposito attestato. Questa è necessaria perché, la mancata certificazione del reddito ad opera del proprio medico curante, implicherà il conseguente inserimento nelle fasce più alte per  il pagamento di ticket e prestazioni specialistiche. Poiché sul web circolano notizie di varia natura, secondo cui alcune Regioni avrebbero fissato delle date di scadenza per la presentazione della documentazione necessaria per l’esenzione (nonostante sul sito del Ministero della Salute non vi sia alcun accenno in tal senso), è consigliabile rivolgersi alla Asl e ai distretti sanitari di competenza, alle farmacie, al medico curante o ai patronati/Caf, per avere tutti i chiarimenti necessari. Ecco quanto pubblicato sul sito del Ministero della Salute in riferimento all’esenzione per reddito:

Alcune condizioni personali e sociali, associate a determinate situazioni reddituali, danno diritto all’esenzione dalla partecipazione al costo (ticket) sulle prestazioni di diagnostica strumentale,  di laboratorio e sulle altre prestazioni specialistiche ambulatoriali (per avere informazioni sulle esenzioni dal ticket sui medicinali, introdotto da norme regionali, gli assistiti dovranno rivolgersi alla Regione di appartenenza). In particolare, in base a quanto previsto dalla Legge 537/1993 e successive modificazioni (art. 8, comma 16) hanno diritto a tale tipo di esenzione i cittadini che appartengono alle categorie di seguito elencate.

Categorie di esenti:

  • Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (CODICE E01)
  • Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E02)
  • Titolari di assegno (ex pensione sociale) e loro familiari a carico (CODICE E03)
  • Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E04).

Il MoVimento 5 Stelle consiglia vivamente ai cittadini di recarsi il prima possibile presso il medico curante, farmacia o Caf per chiedere delucidazioni.

http://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jsp

Lascia un commento