Fare politica senza soldi si può: ti rendiconto?!

Nell’ottica della trasparenza, noi del MoVimento 5 Stelle Molise riteniamo rendere di pubblico dominio la rendicontazione della campagna elettorale, per la quale non beneficeremo di alcun rimborso, a cui abbiamo deciso di rinunciare pubblicamente, per mantenere fede al patto che abbiamo siglato nei confronti dei nostri concittadini. Questi ultimi però saranno costretti, loro malgrado, attraverso una legge farsa che ha nel tempo completamente ribaltato un plebiscitario risultato referendario contro il finanziamento pubblico ai partiti, a pagare le campagne di tutte le altre liste presenti alle ultime elezioni regionali molisane. Come riporta, ad esempio, la G.U. relativamente ai dati delle elezioni regionali molisane del 2006.

I volantini che hanno intasato le cassette postali, i manifesti attaccati ovunque, le variegate pseudo-sedi elettorali genereranno una riduzione di ingenti risorse economiche potenzialmente necessarie ad altri scopi (ristrutturazione di asili, scuole, ospedali, ecc.). Non intendiamo partecipare a questo ladrocinio legalizzato: abbiamo partecipato alle elezioni Regionali, abbiamo ottenuto 500.000 voti in cinque Regioni, ci siamo autofinanziati e abbiamo rinunciato a 1.600.000 euro di “rimborsi” elettorali. Da due anni, stiamo dimostrando che le campagne elettorali si possono fare con somme molto più contenute, esprimendo idee e concretezza alla pari di chi spende somme astronomiche. Questo modello, che riteniamo imprescindibile, è stato rispettato fedelmente qui in Molise; infatti abbiamo ottenuto risultati ragguardevoli (più di diecimila persone hanno ritenuto darci fiducia) anche senza campagne elettorali faraoniche. Grazie all’autofinanziamento e alle offerte volontarie di cittadini, abbiamo potuto finanziare affitto di sale, volantini e fac-simili, manifesti, magliette, eventi/comizi.

Questa la ripartizione nel dettaglio:

INTROITI

  • contributi e donazioni 1982€
  • autofinanziamento 300€

Per un totale di 2282€

SPESE

  • eventi/comizi 1168€
  • manifesti e facsimile 624€
  • stampa moduli e copisteria 151€
  • affitto sale e canoni internet 95€
  •  magliette ed adesivi 624€

Per un totale di 2662€

I costi residui saranno sostenuti grazie all’autofinanziamento degli attivi e/o attraverso donazioni paypal.

Speriamo (ma non ci contiamo) che, dopo questo comunicato di trasparenza, gli altri schieramenti facciano altrettanto.

Un commento su “Fare politica senza soldi si può: ti rendiconto?!”

I commenti sono chiusi

 Precedente

Crollano le chiacchiere

 Successivo

Meno e meglio: l'economia che funziona