Meetup
TwitterRssFacebook
Pagine

Pubblicato da il 30 lug, 2012 in Consiglio Regionale | 0 commenti

Un vitalizio è per sempre

Un vitalizio è per sempre

Molti nodi oggi sono venuti al pettine in Consiglio Regionale: la casta ha salvato se stessa un’altra volta! E’ stata revocata la legge che prevedeva la riduzione del 25% dei vitalizi già maturati e percepiti dagli ex-consiglieri regionali! Il moVimento 5 stelle molisano vuole ripercorrere tutta la storia prima di raccontare quello che è successo oggi.

A gennaio è stata approvata la Finanziaria in cui era prevista l’abrogazione dei vitalizi per i consiglieri che non avessero già versato contributi per due anni e mezzo (in pratica tutti i neo eletti del 2011), mentre per gli altri le cose restavano invariate, al netto di una paventata riduzione del suddetto vitalizio di un 25%: un sacrificio evidentemente ”enorme” per chi arriva finanche a 4000 euro mensili (vedi tabella).

Su questo 25% si abbatte con veemente forza l’Associazione degli ex-Consiglieri Regionali (esiste anche questa) che, guidata da Fernando Di Laura Frattura, il padre di suo figlio, diffida la Regione dall’attuare tale norma contestando due cose in buona sostanza: la non retroattività della norma e la rivendicazione dei contributi versati. Per quanto riguarda il primo punto c’è da precisare che l’ex-Consigliere pretende che in questo caso si tratti di diritti acquisiti e che non possono essere modificati: proviamo a raccontarlo a tutti gli esodati e i lavoratori che di anno in anno si vedono allontanare il loro sacrosanto diritto alla pensione! Per quanto riguarda i contributi, il sistema per i vitalizi non è contributivo, come per tutti i lavoratori, ma retributivo: il che significa che, pur versando ogni mese una quota della loro indennità, si ritrovano anche dopo “soli” cinque anni ad avere il diritto ad una pensione quando raggiungeranno l’età pensionabile, che con vari escamotage può anche essere di molto al di sotto della media nazionale.

Ma torniamo alla giornata campale di oggi, dove in Consiglio si discuteva la proposta della Giunta di rimozione della norma di riduzione del 25% dei vitalizi: tutta la maggioranza, ad eccezione di Vincenzo Niro, vota a favore della proposta, per la minoranza invece votano in maniera contraria Romano, Ciocca e Petraroia, il resto dell’opposizione invece deve avere evidentemente pensato che era meglio uscire dall’aula per godersi un pò il sole di questo fine luglio! Perché? Attendiamo risposte in merito.

La casta che continua impunemente a Sgovernare la nostra regione ormai da decenni, questo centrodestra che ha continuato a vivere e a sopravvivere grazie all’accondiscendenza dei cittadini molisani, che ha distribuito regalìe e prebende ad amici, parenti e trombati, che ha affondato sotto tutti i punti di vista il nostro fazzoletto di terra, è riuscita ancora una volta a tutelare i suoi privilegi, ed ancora una volta con la complicità imbarazzante del centrosinistra.

Lascia un commento