Blog
TwitterRssFacebook
Menù

Pubblicato da il 20 Mag, 2013 in Acqua pubblica, Ambiente, Connettività, Consiglio Regionale, Cultura, Democrazia Diretta, Diritti & Pari opportunità, Economia, Energia, Enti & Aziende partecipate, Legalità, Mobilità, trasporti e infrastrutture, Novità, Sanità, Video | 1 commento

Le nostre linee programmatiche

Ecco il video del nostro intervento nel dibattito sulle linee programmatiche presentate dal Presidente della Giunta regionale Paolo Di Laura Frattura.

“Cari cittadini molisani, spettabili colleghi.

Riteniamo importante iniziare questo intervento ponendo una domanda che probabilmente molti si saranno fatti “Perché siamo qui?” Perché dei semplici cittadini, come siamo io e Patrizia, decidono di rischiare tutto, di indossare un elmetto ed andare direttamente in trincea? E la risposta è proprio il fatto che ci si ponga questo interrogativo, che ci si chieda perché questo accade. Oggi siamo protagonisti di una rivoluzione che passa anche qui in Molise, che passa anche qui in questo Consiglio.

Per capire il senso del MoVimento 5 Stelle e dell’impegno civico dei suoi attivisti, è necessario partire da un presupposto basilare: la forma di governo della democrazia rappresentativa e partitica, quale conosciamo in Italia, ha provocato continui fallimenti, soprattutto nell’ultimo decennio, non solo quando ha generato rappresentanti, e nominati dagli stessi, di dubbia onestà e merito, ma anche quando ha dimostrato completa indifferenza e distacco dalla volontà dei cittadini.

Stando a queste considerazioni, il cittadino 5 stelle, conscio dell’urgenza di trovare una soluzione allo sfascio, non vuole dare più credibilità alcuna a questo sistema, non vuole semplicemente delegare come richiede la prassi, ma diventa parte attiva nella creazione di una rete orizzontale, di una intelligenza collettiva, di un nuovo metodo, di una nuova democrazia trasparente che riconosce valore a sè stesso, alle sue capacità e competenze, ai suoi diritti, alle sue decisioni, che ripudia i finanziamenti pubblici, i privilegi, i conflitti di interesse e ogni tipo di legame economico con lobbies bancarie ed economiche.

Noi in Molise vogliamo concretizzare questo sogno irrefrenabile conducendo una parte di questa rivoluzione politica e culturale. Non siamo un partito, non vogliamo esserlo, non siamo politici di professione, non siamo vincolati da interessi di parte. Vogliamo riportare la politica ai cittadini, gli unici che hanno diritto di decidere del proprio futuro. La nostra proposta pone a fondamento il principio della partecipazione e mette il cittadino al centro della vita amministrativa attraverso gli strumenti della Democrazia Diretta e partecipata: i meeting cittadini, i referendum propositivi, abrogativi, consultivi, confermativi e revocativi senza quorum, le iniziative di legge popolare, i sondaggi consultivi, i bilanci partecipati, gli strumenti per realizzare l’urbanistica partecipata, ecc.

CLICCA QUI PER VEDERE IL FILMATO

1 Commento

  1. Sono un tecnologo dell’ENEA. Anni fa mi sono interessato per la regione Molise- terra in cui sono nato e vivo buona parte del mio tempo – ad una analisi per la installazione di pale eoliche che avessero una ricaduta sul territorio molto più significativa economicamente e ben lontana dalle forme devastatrici presenti nel territorio. Lo studio prevede una serie di interventi anche a livello di Piano Energetico Regionale, che favoriscono i progetti presentati dai Comuni, dai consorzi consociati con Enti Locali e che trovano forme di finanziamento da parte delle banche offrenti per i propri clienti azioni dalla produzione di energia e i certificati verdi ricavati da questi investimenti. Tutto questo sistema potrebbe cambiare il volto della Regione e fungere a livello nazionale da promozione per iniziative simili.