Blog
TwitterRssFacebook
Menù

Pubblicato da il 1 Lug, 2013 in Acqua pubblica, Ambiente, Attività & Iniziative, Eventi, Foreste e territorio | 2 commenti

Guerrilla Gardening colpisce ancora!

Guerrilla Gardening colpisce ancora!

Primo blitz ecologico a piazza S. Francesco - Campobasso

Primo blitz ecologico piazza S. Francesco – Campobasso

Dopo il primo appuntamento a Campobasso per pulire la fontana di P.zza S. Francesco e il secondo alla Fontana di Villa Flora, sempre a Campobasso, domenica c’è stato un nuovo appuntamento di Guerrilla Gardening, questa volta a Bojano!

Per il terzo appuntamento l’obiettivo non è stato quello di riportare in vita un giardino cittadino, ma, armati di zappa, buona volontà, voglia di imparare e desiderio di ritrovare un rapporto diretto con la natura e con la terra, troppo spesso trascurato,  ci siamo dedicati ad aiutare un amico che da tempo porta avanti un progetto di orto solidale.

Primo blitz ecologico a piazza S. Francesco - Campobasso

Secondo blitz ecologico Villa Flora – Campobasso

Domenica  ci siamo incontrati di buon ora presso la Casa di Riposo per Anziani SS. Cuore di Gesù e Maria di Bojano, su invito di un attivista locale Johnny Prioriello, che ringraziamo per la segnalazione e per aver ci fornito tutta l’attrezzatura necessaria, oltre ad averci istruito  su come procedere per non rovinare il gran bel lavoro fatto da lui solo.

L’orto creato nel giardino della casa di riposo, garantisce agli ospiti della struttura un’alimentazione sana perché biologica: tutti gli ortaggi crescono senza concimi, né diserbanti, né pesticidi. In tal modo, oltre a garantire agli anziani ospiti della struttura, un prodotto fresco e sicuro, si realizza un risparmio notevole sulla spesa alimentare, così la casa di riposo può destinare la somma risparmiata per svolgere attività o per acquistare beni al fine di migliorare il  benessere dei suoi ospiti.

Ci piace aiutare i tanti amici che si impegnano sul territorio! Questo, per noi significa fare comunità.

È stato un pomeriggio bellissimo, abbiamo avuto modo di imparare e comprendere un lavoro, quello della terra, che ci è diventato totalmente estraneo pur essendo alla base di tutte le nostre tradizioni; abbiamo lavorato chiacchierando e ridendo insieme, ci siamo rinfrescati con l’acqua limpidissima che scende dal Matese, bevuto alle “Pietre Cadute” – una delle sorgenti del Biferno – e infine abbiamo fatto una passeggiata nell’agro di Bojano.

L’ esperienza di oggi si colloca bene nell’ottica della riscoperta del  territorio e delle tradizioni di cui ci facciamo promotori e ci ha offerto numerosi spunti per elaborare progetti relativi a: Mercati del Contadino, Filiera Corta, Fattorie Didattiche e Orti Urbani.

Abbiamo avuto il piacere di conoscere Monsignor Antonio Nuzzi, Vescovo 86enne in pensione,  fondatore della Casa di Riposo, che ci ha insegnato un detto locale che recita:

“da ogni fallenza 
dalla zappa se recumenza”

che vuol significare che dopo ogni sconfitta o fallimento bisogna ripartire dalla terra ossia  dalle radici.

Un proverbio mai così attuale e ricco di significati come in questo momento storico caratterizzato dalla forte crisi economica ma anche di valori, in una regione a forte vocazione agricola come è il Molise.

A noi piace divertirci e vivere così, a contatto con la natura, apprezzando le bellezze che essa ci offre e che troppo spesso rimangono a margine di vite troppo frenetiche dove non c’è tempo per scambiarsi un sorriso!

Al prossimo appuntamento!

2 Commenti

  1. Rendiamo più facile l’accesso a questo tipo di informazione, affinchè tutti possano sapere e partecipare!
    Grazie

  2. Le attività che ci vedono coinvolti nelle operazioni di Guerrilla Gardening, al momento, sono programmate con brevissimo anticipo. Per i prossimi eventi faremo di tutto per far girare velocemente le informazioni affinchè chiunque desideri unirsi a noi possa partecipare! Grazie per la segnalazione e per l’interessamento 🙂

Trackback/Pingback

  1. Guerrilla Gardening colpisce ancora! | guerrill... - [...] Questa volta, per il terzo appuntamento, i guerriglieri erano armati di zappa, buona volontà, voglia di imparare e desiderio…