Blog
TwitterRssFacebook
Menù

Pubblicato da il 15 Gen, 2014 in Attività & Iniziative, Consiglio Regionale, Economia |

Fondi europei per contrastare la globalizzazione

Fondi europei per contrastare la globalizzazione

Il Consiglio regionale ha votato alla unanimità la nostra mozione che chiedeva l’impegno del Giunta affinché si attivi presso il Governo regionale per avviare programmi di contrasto agli effetti della globalizzazione che sta togliendo tantissimi posti di lavoro nella nostra terra.

In particolare questa misura consente la realizzazione di programmi di formazione utilizzando fondi europei messi a disposizione con il Regolamento (CE) del 18 giugno 2009, n. 546, nel quale il Parlamento europeo e il Consiglio d’Europa – modificando il regolamento (CE) n. 1927/06 – che hanno istituito il Fondo Europeo di adeguamento alla Globalizzazione (FEG), predisponendo uno strumento atto ad aiutare coloro che hanno perso il lavoro a seguito e a causa della globalizzazione.

Con il sommarsi della crisi economica e finanziaria mondiale ai problemi della globalizzazione è diventato ancora più importante attivare misure che consentano il mantenimento dell’occupazione e quindi aiutare i singoli lavoratori in esubero, il FEG, attraverso la realizzazione di progetti regionali da concordare con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, può fornire così un sostegno puntuale, limitato nel tempo e individuale a tali soggetti.

La nostra iniziativa in Consiglio è stata quella di proporre una mozione affinché la Giunta si impegni in tale direzione: si attivi, pertanto, presso i Ministeri competenti per verificare la disponibilità di risorse e nella realizzazione di un progetto che possa includere il maggior numero di cittadini molisani, essendo questo un suo dovere precipuo. Viste anche le esperienze e i progetti avviati in altre Regioni d’Italia e le numerose difficoltà, acuite dalle notizie degli ultimi giorni, abbiamo individuato il settore tessile, in particolare l’azienda ITTIERRE per la sua dimensione aziendale, vincolante per poter accedere ai fondi, che in questi giorni, insieme ad altre aziende molisane, è tristemente protagonista di giornali e telegiornali locali.

Grazie alla condivisione e alla collaborazione dell’Assessore alle Politiche Sociali e al Lavoro, il provvedimento è stato esteso al Presidente del Consiglio dei Ministri, a tutti i Ministeri e a tutti i tavoli nell’ambito della vertenza ITTIERRE e della crisi della filiera tessile regionale, sollecitando il governo ad adottare ogni strumento di risoluzione attraverso incentivi allo sviluppo destinati alle aree di crisi in cui si determinano particolari condizioni di drammaticità straordinaria.

Nessuno deve rimanere indietro!