Blog
TwitterRssFacebook
Menù

Pubblicato da il 13 Mag, 2014 in Ambiente, Consiglio Regionale, Energia, Novità | 1 commento

Salviamo il territorio

Salviamo il territorio

La tutela dell’ambiente, della biodiversità e del nostro patrimonio storico-culturale è da sempre punto chiave della visione che il MoVimento 5 stelle ha del territorio molisano. Per la produzione di energia è importante sostituire le fonti fossili con quelle rinnovabili, come il sole, il vento o l’acqua, ma di certo non si può prescindere da peculiarità come il paesaggio o le produzioni agricole nonché dalla volontà dei cittadini. Il rispetto delle direttive comunitarie in materia energetica può passare anche attraverso la riduzione dei consumi, termici ed elettrici, al fine di aumentare la percentuale di energia da fonti rinnovabili utilizzata, rispetto al consumo interno regionale.

Da troppo tempo la nostra regione è diventata terra di conquista di speculatori e multinazionali che, forti di una carente se non inesistente pianificazione del territorio, fanno il bello e il cattivo tempo da anni, deturpando irrimediabilmente il nostro paesaggio e lasciando solo le briciole alle amministrazioni locali con nessun beneficio per i cittadini.

Consapevoli che i tentativi fatti negli anni passati dalla Regione per fermare questo scempio sono sempre sfociati in ricorsi amministrativi vinti dalle ditte private e impugnazioni da parte della Corte Costituzionale, vogliamo pubblicamente proporre all’attuale Giunta regionale, nonché a tutti i Consiglieri di maggioranza ed opposizione, la condivisione di un nostro disegno di legge che prevede la sospensione degli iter autorizzativi di qualsiasi tipo di impianto di produzione energetica sul territorio.
Sospensione subordinata alla redazione di un Piano Energetico Ambientale regionale che da un lato dovrà concentrarsi sul risparmio energetico e sull’uso equilibrato e programmatico delle fonti rinnovabili e dall’altro dovrà essere un documento di sintesi di un nuovo Piano Agri-Energetico regionale e di un nuovo Piano Territoriale Paesistico Ambientale di Area Vasta.

Considerando l’importanza del tema e al fine di realizzare un testo che possa essere il più possibile condivisibile, siamo disponibili a qualunque tipo di modifica migliorativa da parte dell’ufficio legislativo regionale, nonché alla verifica di incompatibilità con eventuali bandi regionali in materia energetica. Questo testo andrebbe poi a fare il paio con l’azione Parlamentare che l’Assessore Petraroia sta sollecitando.

In definitiva siamo pronti a condividere con chiunque un percorso che abbia come obiettivo quello di salvaguardare il nostro territorio.

 

1 Commento

  1. Io penso che qualsiasi iniziativa o programma si voglia fare al primo posto dovrebbe esserci L’ONESTA della classe politica e la volontà di fare veramente qualcosa per i cittadini , solo dopo il 25 MAGGIO quando VINCEREMO possiamo decidere cosa e a chi delegare.
    Vinciamo Noi