Blog
TwitterRssFacebook
Menù

Pubblicato da il 28 Lug, 2014 in Ambiente, Consiglio Regionale, Energia | 2 commenti

Stop eolico selvaggio #2

Stop eolico selvaggio #2

In Commissione Ambiente c’è stato confronto tra le due proposte di legge sulla sospensione per la realizzazione di una nuova disciplina sulle installazioni di impianti di energia da fonti rinnovabili (eolico, fotovoltaico, biomasse, etc.).

Le prima proposta ad essere presentata è stata quella del Movimento 5 Stelle, qualche settimana dopo ne è arrivata un’altra sostanzialmente identica, tranne per alcuni passaggi per noi determinanti, a firma congiunta Facciolla e Petraroia.

Nel video allegato potrete ascoltare il risultato del dibattito.

2 Commenti

  1. Ragazzi, quando dite no all’eolico (che poi sia selvaggio è un altro discorso, ma lo si può sempre “addomesticare”)dite automaticamente sì alle fonti energetiche inquinanti (vale a dire PETROLIO!!!). Un movimento come il M5S che dice no alle rinnovabili mi lascia senza parole. Ho avuto modo di parlare con il sindaco di capracotta a proposito del parco eolico del paese e mi ha detto che per loro è una risorsa imprescindibile per le casse del comune ed è tutta enenrgia pulita!!! Cosa volete di più!
    Ripeto: dato che non possiamo lasciare le case al buio la cosa più ovvia quando finisce l’energia eolica è produrre energia da petrolio inquinante. Secondo voi qual’è meglio?
    E pure tutte le storie dell’impatto paesaggistico: a parte che dopo un po’ non ti danno più fastidio ma poi se pensi ai benefici che ti porta ogni pala eolica penso che il fastidio te lo puoi far passare…

  2. Luca questi parchi eolici sono principalmente grossi affari economici, speculazioni finanziarie a vantaggio di aziende che si celano dietro le piccole società che acquisiscono le autorizzazioni. Ai piccoli comuni come Capracotta vanno solo le briciole, anche se comunque sono determinanti per le casse. Il Molise non ha un Piano energetico e questo ti fa capire quanta poca programmazione si è fatta in passato per contrastare le installazioni “selvagge” di centrali energetiche come possono essere quelle di questo tipo. Capisco che è un discorso delicato, ma cosa vogliamo fare, svendere il nostro territorio nelle mani degli speculatori?