Sanità a rischio, mercoledì tutti in strada!

Il Movimento 5 Stelle sarà presente alla manifestazione in difesa della Sanità pubblica prevista mercoledì 18 maggio. Una presenza in stretta continuità con l’azione politica che viene portata avanti da anni ad ogni livello istituzionale. Per questo stamattina nella sala Mancini del Comune di Campobasso erano presenti i portavoce in Consiglio regionale, Antonio Federico e Patrizia Manzo, i portavoce in Comune di Campobasso e Termoli, oltre ai candidati sindaco di Isernia e Bojano, Mino Bottiglieri e Dario Patullo.

Dopo la manifestazione di Isernia, quindi, il Movimento 5 Stelle marcerà insieme ai cittadini anche a Campobasso. Ma chiariamo subito un aspetto: non è una banale lotta politica contro Frattura e company, ma è una battaglia a difesa di una Sanità pubblica e di qualità. Nessuna strumentalizzazione, d’altra parte la politica non può essere anteposta alla salute.

Quello che stiamo vedendo non ci piace e le prospettive sono pessime. Sono a rischio servizi e prestazioni che un giorno potrebbero mettere a repentaglio la vita di tante persone. A questo diciamo NO. Non possiamo pensare che i molisani debbano andare fuori regione per vedersi riconosciuto un diritto. Quello della Sanità pubblica è un problema serio che va affrontato in tutti i modi, quindi anche con una marcia.

Un altro aspetto da sottolineare: il Movimento 5 Stelle non è schierato contro la Sanità privata, ma è impensabile smantellare il pubblico in favore del privato. Serve integrazione.

Insomma, c’è bisogno di uno scatto d’orgoglio. Per questo lanciamo un appello a partecipare rivolto a tutti i cittadini che vogliono tutelare la propria salute e quella dei propri figli. Ognuno dei presenti sarà una semplice goccia; insieme saremo un fiume che può spezzare i pilastri di un’idea di Sanità che punta sul business di pochi invece di tutelare la salute di tutti.
Ci vediamo mercoledì 18 maggio in piazza San Francesco alle ore 17.30.

 Precedente

Appalti pubblici, la politica deve starne fuori

 Successivo

Difendiamo il Mare, la battaglia continua: Noi ci siamo