Blog
TwitterRssFacebook
Menù

Fondo Regionale per le Imprese

Il “Fondo regionale per le imprese” (di seguitoSviluppo PMI anche FRI) ai sensi dell’art. 18 della legge regionale 18 aprile 2014, n. 11 è stato rinnovato e ha una dotazione di 8 milioni di euro ed è affidato alla Finmolise S.p.A che si occupa della sua gestione, rotativa e plurisettoriale.

I regolamenti attuativi sono in capo alla FinMolise. Tutti gli strumenti del “FRI” di seguito elencati prevederanno il funzionamento a sportello, cioè in base all’ordine di presentazione del progetto.

Sono disponibili:

  • Prestiti per aumenti di capitale sociale sotto forma di anticipazione per il capitale di rischio (anche noto come “Prestito partecipativo”) per rafforzare la struttura patrimoniale delle imprese. Risorse disponibili: euro 1.500.000,00. Lo strumento prevede la concessione di prestiti a tasso di mercato. L’importo massimo concedibile per ciascuna realtà produttiva è pari ad euro 100.000,00. Ipotizzando una “media dianticipazione del capitale” di euro 50.000,00 lo strumento sarà utilizzato inizialmente da 30 imprese. In parallelo l’attivazione di ulteriori prestiti grazie ai rientri delle imprese finanziate.
  • Prestiti per start up innovative come individuate dalla L. 221/2012 e successive modificazioni. Il finanziamento può essere concesso per l’avvio e/o il potenziamento di imprese e/o la realizzazione di iniziative progettuali che dimostrano un elevato livello di competitività e di innovazione. I prestiti, per un importo massimo di euro 150.000,00, sono concessi a tasso di mercato. Risorse disponibili: euro 1.500.000,00. In presenza di prestiti inferiori ad euro 25.000, erogati a soggetti in difficoltà, lo strumento potrà risultare complementare e coerente con il Programma “Progress senior loan” della Commissione europea. Relativamente alle attrezzature possibili gli acquisti in leasing. Ipotizzando un prestito medio di euro 60.000,00 lo strumento sarà utilizzato da25 imprese. In parallelo, l’attivazione di ulteriori prestiti grazie ai rientri delle imprese finanziate.
  • Prestiti per iniziative di internazionalizzazione. Il finanziamento può essere concesso per le seguenti attività: organizzazione di eventi da realizzarsi all’estero, produzione materiale commerciale, acquisizione di figure professionali quali l’export manager, apertura spazi commerciali, ecc. Risorse disponibili: euro 1.000.000,00. I prestiti, per un importo massimo di euro 30.000,00, sono concessi a tasso di mercato. Ipotizzando un prestito medio di euro 15.000,00 lo strumento sarà utilizzato da circa 65 imprese. In parallelo l’attivazione di ulteriori prestiti grazie ai rientri delle imprese finanziate.
  • Prestiti per iniziative di avvio e/o potenziamento di accordi di rete, distretti, cluster. Risorse disponibili: euro 500.000,00. I prestiti, per un importo massimo di euro 30.000,00, sono concessi a tasso di mercato. Ipotizzando un prestito medio di euro 20.000,00 lo strumento sarà utilizzato da 25 imprese. In parallelo l’attivazione di ulteriori prestiti grazie ai rientri delle imprese finanziate.
  • Prestiti per iniziative di avvio e/o potenziamento di società cooperative. I prestiti sono concessi per le fasi di start up, di capitalizzazione, sconto fatture, per l’acquisto di attrezzature, macchinari, brevetti. Risorse disponibili: euro 1.800.000,00. I prestiti, per un importo massimo di euro 100.000,00, sono concessi a tasso di mercato. Relativamente alle attrezzature possibili gli acquisti in leasing. Ipotizzando un prestito medio di euro 60.000,00 lo strumento sarà utilizzato da circa 30 cooperative. . In parallelo l’attivazione di ulteriori prestiti grazie ai rientri delle imprese finanziate. Lo strumento potrà eventualmente attivare la Garanzia EaSI (Employment and Social Innovation) per la finanza sociale offerta dal Fondo europeo per gli investimenti ai sensi di quanto previsto nel nuovo programma comunitario.
  • Prestiti per investimenti particolarmente innovativi da parte di imprese già operative. I prestiti sono concessi per l’acquisto di attrezzature, macchinari, brevetti. Risorse disponibili: euro 1.500.000,00. I prestiti, per un importo massimo di euro 100.000,00, sono concessi a tasso di mercato. Relativamente alle attrezzature possibili gli acquisti in leasing. Il finanziamento può essere concesso a favore di imprese già esistenti per iniziative progettuali che dimostrano un elevato livello di competitività e di innovazione. Ipotizzando un prestito medio di euro40.000,00 lo strumento sarà utilizzato da circa 35 imprese. In parallelo l’attivazione di ulteriori prestiti grazie ai rientri delle imprese finanziate.
  • Prestiti per la partecipazione delle imprese ai programmi ed iniziative identificate nei “finanziamenti diretti” della Commissione europea. I prestiti sono concessi per le fasi di progettazione e supporto necessarie per la stesura e predisposizione delle candidature di partecipazione. Risorse disponibili: euro 200.000,00. I prestiti, per un importo massimo di euro 15.000,00, sono concessi a tasso di mercato. In parallelo l’attivazione di ulteriori prestiti grazie ai rientri delle imprese finanziate.