Composizione della retribuzione dei consiglieri regionali del Molise (L.r. n.10 25Lug2013)

La Regione Molise ha  recepito con una norma di attuazione il decreto legge 174/2012 sui controlli e riduzione dei costi della politica.
Gli importi sono stati determinati con Delibera Ufficio di Presidenza n.88

  • indennità di carica lorda: 6000€ per tutti più
  •  indennità di funzione lorda 750€(capigruppo, segretari Consiglio, Pres. di commissione)/1500€ (Assessori, Vicepresidenti Consiglio)/3000€(Pres. Giunta e Pres. Consiglio) più
  • Rimborso spese mandato mensile esentasse (quota omnicomprensiva) 4500€ più
  • Fondo per le attività istituzionali – rimborso forfettario “per assunzione portaborse” – art.7 della l.r. n.7/2002  (ABROGATO con legge  regionale)

Tra i vari obblighi normativi derivanti dal Dl 174/2012 c’era quello di commisurare il trattamento economico alla effettiva partecipazione ai lavori del Consiglio. Almeno in questo hanno preso alla lettera le disposizioni decurtando, per assenza ingiustificata da sedute di Consiglio o organismi istituzionali, il 20% dal rimborso spese mandato e 250€ dall’indennità. Peccato che l’elenco dei casi in cui non si applica la trattenuta sia troppo lungo. (art. 3 l.reg. 10/2013)
È stata inoltre inserita una ritenuta previdenziale del 16% dell’indennità (637€ per tutti) che però sembra non sarà regolamentata, e una ritenuta di 500€ come accantonamento per fine mandato. L’art.12 della l.r. n.2/2012 ha soppresso l’istituto dell’assegno vitalizio.