MoVimento 5 Stelle Molise

Campitello Matese, lavorare tanto e bene per ripartire in sicurezza

0

Dopo un anno a dir poco turbolento, da alcuni giorni la stazione sciistica di Campitello Matese ha un nuovo gestore degli impianti di risalita. È una buona notizia, soprattutto ora che l’inverno si avvicina sempre di più. Ma per la ripartenza del turismo invernale è decisivo che le manutenzioni straordinarie sugli impianti siano eseguite per tempo. Ecco perché ho voluto incontrare l’amministratore unico di Funivie Molise, Fausto Parente, e chiedere importanti rassicurazioni.

di Angelo Primiani

L’inizio della stagione invernale è fissato, come di consueto, al prossimo 8 dicembre. Entro questa data sarà decisivo per tutto il comparto della montagna farsi trovare pronto, efficiente, funzionale e sicuro. Per questo motivo ho voluto incontrare l’avvocato Fausto Parente, nuovo amministratore unico di Funivie Molise, la partecipata regionale che sovrintende proprio alla gestione degli impianti e di tutte le attività di sviluppo e valorizzazione di Campitello.

Ho chiesto rassicurazioni sulla regolare apertura delle funivie

Nell’incontro ho chiesto rassicurazioni sulla regolare apertura al pubblico delle funivie. Tra le perplessità infatti quella dell’esecuzione per tempo della manutenzione straordinaria degli impianti che, lo ricordo, scadono proprio quest’anno. È fondamentale che questi lavori siano eseguiti regolarmente prima dell’avvio della stagione, a cui manca ormai pochissimo, a maggior ragione se pensiamo a quanto accaduto diversi mesi fa sul Mottarone.

Qualche criticità però, a quanto pare, c’è e riguarda in particolare la funivia Colle Del Caprio, su cui da tempo stiamo sottolineando la necessità di intervenire per colmare alcuni sostanziali problemi strutturali. In tal senso ho ricevuto importanti rassicurazioni. Mi è stato confermato l’impegno da parte di tutti per far sì che anche la Del Caprio sia pronta per il regolare avvio della stagione, che deve partire a pieno regime, senza intoppi o freni di sorta.

Campitello merita di ripartire in sicurezza e con decisione

È ciò che volevamo sentire, alla luce dei tanti disagi che la pandemia e la mala gestio del comparto hanno causato a tutti gli operatori economici coinvolti, che rappresentano una fetta preziosa del nostro Prodotto interno lordo e che purtroppo hanno subito ingenti perdite nell’ultimo periodo.

Noi, ad ogni modo, terremo sempre alta l’attenzione. Vigileremo affinché siano sempre rispettati i canoni di sicurezza degli impianti. Ma anche affinché sia garantita l’efficienza degli stessi a beneficio dei turisti, degli albergatori, dei commercianti della zona e in generale di tutto l’indotto.

Insomma, non possiamo permetterci il lusso di far zoppicare il nostro turismo invernale. Campitello merita di ripartire, e deve farlo con decisione, visione e la giusta ambizione a puntare in alto. Da qui a pochi anni infatti ci giocheremo il tutto per tutto per il rilancio della nostra montagna, che potrebbe essere favorito dall’auspicata operatività del Parco nazionale del Matese, ma anche dagli investimenti previsti per l’area nel Contratto istituzionale di sviluppo.

La parola d’ordine è cominciare oggi: ripartire, in sicurezza, per determinare il progresso concreto di Campitello. Non è un’utopia, ce lo suggerisce il passato, ma bisogna lavorare tanto e lavorare bene per il presente e per il futuro.

Condividi

Leave A Reply