MoVimento 5 Stelle Molise

Giornata Sport a Isernia: il Molise chiede programmazione, non passerelle

0

Il Piano annuale dello sport in Molise prevede l’investimento di 192.000 euro all’anno. Per la sola Giornata regionale dello sport di Isernia, la Regione ha stanziato, invece, circa 60.000 euro. Il tutto accade alla vigilia delle elezioni comunali del capoluogo pentro. A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre si indovina.

di Angelo Primiani 

Lo sport e l’attività sportiva andrebbero supportati sempre, non occasionalmente. E non per opportunismo elettorale. Investire sullo sport in maniera seria, concreta e programmatica, soprattutto in una regione come il Molise, è cruciale. Lo sport infatti avvicina i giovani all’attività motoria e rappresenta uno strumento di aggregazione fondamentale, soprattutto nei piccoli centri della nostra regione. Così, mentre da un lato la Regione approva il Piano annuale dello sport appostando appena 192.000 euro per supportare l’attività sportiva di federazioni, società professionistiche, associazioni dilettantistiche e palestre, dall’altro mette sul piatto quasi 60.000 euro per organizzare la Giornata regionale dello sport.

Passerelle pre-elettorali

Insomma, una somma pari ad un terzo di quello che si stanzia per un anno intero, investita in un singolo evento. Una giornata per celebrare quello sport e quegli atleti che la stessa Regione stenta a supportare. Ma le passerelle fanno comodo, soprattutto nel bel mezzo di una campagna elettorale. Non a caso il tutto è stato organizzato ad Isernia, e non a caso ad appena una settimana dal voto per le amministrative. È vero, è stato un anno importante dal punto di vista sportivo con tanti atleti, anche molisani, che si sono distinti su palcoscenici importanti come quello olimpico. E lo sport ai massimi livelli è sicuramente un veicolo di crescita e promozione di un territorio.

Per una festa 60.000 euro

Ma che senso ha investire 60.000 euro per una festa, se poi non ci sono fondi sufficienti per mettere in condizione i cittadini di praticare uno sport perché mancano le strutture? Quando ci siamo permessi di chiedere un maggior appostamento di risorse che consentisse di praticare attività sportive anche a chi non può permettersi un abbonamento in palestra, ci hanno risposto picche. Quando serve per altri scopi, però, le risorse ci sono e come, a quanto pare.

Sono convinto infatti che i tanti atleti molisani che presto verranno insigniti di questo prestigioso riconoscimento regionale avrebbero preferito una cerimonia più sobria. E certamente più azioni concrete per sostenere l’intero settore.

Insomma, piuttosto che fare campagna elettorale in maniera così spregiudicata, inviterei chi ci governa a porre in essere un piano di promozione sportiva. A lavorare per tutelare realmente le società professionistiche e quegli atleti amatoriali troppo spesso, in Molise, completamente dimenticati.

Condividi

Leave A Reply