MoVimento 5 Stelle Molise
somma accontata dai portavoce M5S Molise

Consentire la pesca sportiva per sostentamento e benessere

0

La pesca sportiva è un’attività molto diffusa in Molise. Si può praticare in piena sicurezza, nel rispetto del distanziamento sociale, e spesso è finalizzata all’autoconsumo. In un momento di grave crisi economica e sociale, come quello che stiamo attraversando, sarebbe doveroso permettere ai pescatori di spostarsi sul territorio regionale.

Di Valerio Fontana, portavoce M5S in Consiglio regionale del Molise

Con una nota ufficiale, io e il collega Angelo Primiani abbiamo chiesto al Presidente Toma di consentire la pesca sportiva nelle acque molisane. Molte Regioni lo hanno già fatto e la riteniamo una scelta condivisibile. Del resto stiamo entrando nella fase 2 dell’emergenza sanitaria, che permetterà la ripresa di tutta una serie di attività sportive e ricreative, a patto che non creino assembramenti.

La pratica della pesca dilettantistica, a nostro avviso, rientra a pieno titolo tra le attività che non arrecano rischi alla salute pubblica, essendo esercitata, già da prima del Covid-19, nel rispetto del distanziamento sociale. Infatti, la pesca all’aperto prevede una distanza obbligatoria tra un pescatore e l’altro anche di 15 metri ed è da considerare uno sport individuale. Sarà perciò necessario fornire delle disposizioni applicative utili a disciplinare anche lo spostamento dei pescatori non professionisti, all’interno del proprio comune o verso altri comuni della regione, pur con qualche limitazione.

Suggeriamo al Presidente di inserire in un’ordinanza delle condizioni che permettano il contenimento del contagio da Covid-19, consentendo l’esercizio di quest’attività limitatamente alla pesca sportiva, sia da terra che in acque intere, anche su imbarcazioni con non più di due persone a bordo, delle quali almeno una abilitata. Ricordiamo che la pesca assume una forte valenza sociale ed economica nella nostra regione. È infatti una pratica molto diffusa tra i molisani, anche per il sostentamento alimentare proprio e familiare, il cosiddetto “autoconsumo”.

In un momento di grave crisi economica, come quello che stiamo vivendo, dobbiamo fare il possibile, a livello nazionale e locale, affinché nessuno resti indietro. Stiamo perciò valutando nuove misure da proporre al governo regionale, ma intanto chiediamo di tenere conto anche delle necessità di autoconsumo, che per molti cittadini può fare la differenza. Infine, non riteniamo affatto secondario il beneficio psico-fisico derivante da questa attività all’aria aperta. Siamo ben consapevoli di quanto sia fondamentale, per la salute dei nostri cittadini, conservare pratiche sane come lo sport, soprattutto dopo oltre due mesi di isolamento sociale, che mettono a dura prova la serenità mentale di ciascun individuo. Confidiamo dunque che il Presidente della giunta regionale non abbia nulla in contrario a consentire lo spostamento dei pescatori molisani, purché avvenga nel pieno rispetto delle normative nazionali che impongono il distanziamento sociale.

Condividi

Leave A Reply